Il nostro territorio

aree di interesse naturalistico e parchi urbani della nostra città

Il monte Sant’Antonio (mt 808) è l’unico ambiente boschivo di rilievo presente nel territorio del Marghine.

L’area, classificata di rilevante interesse naturalistico dalla normativa sulle aree protette per le caratteristiche della copertura vegetale e per la fauna terrestre, comprendente in compendio boschivo di roverella con elementi sparsi di sughera, leccio e agrifoglio e specie endemiche esclusive della località.

Al suo interno le aree archeologiche di “Tamuli”, di “Pattada” e di “Ascusa” rappresentano complessi di rilevanza regionale.

Sulla sommità la caratteristica chiesa campestre di Sant’Antonio, con annessi spazi all’aperto e locali di servizio, utilizzati dai cittadini di Macomer in occasione delle cerimonie religiose e civili che si svolgono annualmente dal 1 al 13 giugno.

Di imponente bellezza il parco attrezzato per il tempo libero ed il pic-nic ai piedi della chiesetta ed il parco dendrologico denominato “Su Cantareddu”, dotato di strutture tipiche per la ristorazione e per attività di incontro e associative.

PINETA ALBANO (il circuito)
Il più grande parco verde presente in città, La Pineta Albano ma più comunemente denominata da tutti i macomeresi “il circuito”. Una grande area verde attrezzata per lo sport all’aria aperta e una pista per il pattinaggio. Per i più piccoli sono presenti altalene e scivoli.

LE ZONE VERDI
In diverse parti della città sono presenti delle piccole aree verdi con giochi per bambini e panchine, per una sosta piacevole e in armonia con la natura colorata e curata.

“Macomer ~ Macumere”

Scarica in formato digitale (pdf) il libro su “Macomer”, realizzato dall’Associazione Culturale Pro Loco di Macomer con il contributo finanziario del Comune di Macomer.